Devitalizzazioni

La devitalizzazione è una cura che consente di evitare di estrarre un dente in cui la carie, in stadio avanzato, ha infiammato gravemente la polpa e l’ha ormai “uccisa” fino a infettare il dente, determinandone un ascesso che può coinvolgere anche gran parte della faccia.

Devitalizzare, infatti, significa riuscire a conservare l’elemento dentale all’interno della cavità orale, senza perderlo.

Trascorrere una notte insonne con dolore diffuso a metà lato della bocca, che spesso si irradia all’ orecchio o sotto l’occhio è in genere indicativo di “PULPITE”; in questo caso lo studio interviene con un pronto soccorso mirato dopo aver effettuato la diagnosi. Per quest’ultima ci avvaliamo di esami radiologici ed eventuale tac endodontica, che verranno esaminate con intuito obiettivo grazie all’esperienza della dottoressa Mila Milia.

Gli esami diagnostici sono indispensabili: proprio perché si tratta di un dolore diffuso si potrebbe incorrere in un errore persino nell’indicazione del dente interessato.

In presenza invece di un ascesso e faccia gonfia dopo aver effettuato la diagnosi e prescritto una terapia farmacologica possiamo intervenire con un drenaggio; il nostro studio si avvale anche della tecnica del laser a diodi che ha pure proprietà antibatteriche ed è particolarmente indicato per chi non può usare antibiotici o se questi non sono stati efficaci.

La terapia canalare o “devitalizzazione” consiste nell’ aprire la “camera pulpare” mentre si rimuove la carie e nel preparare i canali con strumenti rotanti in Nichel-Titanio che consentono oltre a rimuovere i frustoli di polpa residua e batteri, di dare una forma agli stessi permettendogli di contenere un “sigillante” chiamato Gutta Perca che li riempirà, sostituendo la polpa composta da vasi e nervi.

Lo studio si avvale di tecniche endodontiche all’avanguardia proprio per ottenere la risoluzione del problema nel minore tempo possibile e consentire un adeguato sigillo endodontico, con la verifica che sia completo e non “fittizio” grazie ad una radiografia endorale fatta comodamente in studio subito dopo aver completato la prestazione.

La ricostruzione post-endodontica mira a ristabilire l’equilibrio interno dell’elemento distribuendo le tensioni anche quando è venuta meno una parete dentale, cerchiando le pareti del dente devitalizzato per ripristinare la struttura, servendosi di overlay, capsule o corone comodamente realizzati nel nostro studio.

Il nostro studio si occupa inoltre di ritrattamento endodontico: nel caso di un problema legato al fallimento di una terapia canalare, la dottoressa Milia può agire riaprendo la camera canalare e correggendo errori di trattamento incongruo o se il dente si è nuovamente infettato per poi intervenire con l’opportuna ricostruzione dell’elemento dentale.

Vuoi saperne di più? Contattaci subito!